Casa > Notizie > Industry Notizie > Un inizio scioccante per l'ann.....

Notizie

Un inizio scioccante per l'anno per i mercati finanziari della Cina ha portato resto dell'As

  • Autore:luglio
  • Fonte:www.diecastingpartsupplier.com
  • Rilasciare il:2016-01-19

Interesse a livello mondiale nei mercati della Cina e l'economia sta lucidando i riflettori sulla regione altri mercati come collegamenti investitori e gli analisti di prova con un patrimonio terraferma che in alcuni casi sono nuovi e in via di sviluppo.

Fino a poco tempo, i mercati asiatici tendono a seguire da vicino il vantaggio fornito da Wall Street, anche se le economie locali aumentato l'esposizione al loro vasto prossimo. Ora i timori sulla Cina si stanno indebolendo scorte degli Stati Uniti, e l'ulteriore peso di sull'Asia sé.

"Siamo in un ambiente in cui il mercato qui è sensibile al rallentamento della crescita e le aspettative rivisti verso il basso", spiega Timothy Moe, capo Asia-Pacifico strategist azionario di Goldman Sachs.

"In tale contesto hai timori sulla crescita della Cina poi essere alimentata dai titoli in calo e il deprezzamento renminbi."

Non c'era tregua di ieri. Cadute a Shanghai e Shenzhen ha preso le loro perdite finora quest'anno al 15 per cento e il 20 per cento, rispettivamente.

Hong Kong Hang Seng è ora giù 9,2 per cento quest'anno, Topix del Giappone è fuori 6,5 per cento e di Taiwan Taiex è sceso del 6,6 per cento. Per il più ampio MSCI Asia-Pacifico, 2016 classifica come il più povero inizio a partire dal 2000.

Manishi Raychaudhuri, Asia strategist azionario a BNP Paribas, dice: "Sapevamo che stavamo vivendo in tempi difficili, ma non immaginavamo i rischi sarebbero venuti al pettine così presto nel corso dell'anno, e così brutalmente."

Valute regionali hanno sofferto, con il won coreano caduta del 3,1 per cento nei confronti del dollaro e il ringgit malese 2,1 per cento più debole.

Le perdite attraverso classi di attività hanno lasciato gli investitori rimescolando per capire meglio come la Cina interagisce realmente con i suoi vicini.

"C'era una vista per un sacco di l'anno scorso che il peggio fosse alle spalle e che un aumento della Fed non era da temere dato il significativo aggiustamento avevamo già avuto", dice Jonathan Garner, capo Asia e nei mercati emergenti strategist azionario per Morgan Stanley. "Ma le persone non sono così sottopeso come si pensava."

Hong Kong è stata finora l'epicentro di reazione. Proprio ieri, il costo a breve termine di prestito renminbi in mare aperto appuntito nettamente superiore - pensato per essere in gran parte un effetto collaterale di un sospetto intervento della Cina nel mercato offshore la scorsa settimana.

Tassi renminbi offshore hanno limitato impatto economico reale; tuttavia, gli analisti stanno inoltre collegamenti più diretti tra la terraferma e il suo hub offshore.

Il team di Morgan Stanley, per esempio, ha calcolato che ogni 1 per cento diminuzione del valore del renminbi nei confronti del dollaro si traduce in un taglio di poco più di 1 per cento degli utili riportati per l'indice di Hong Kong China Enterprises, la principale misura del Hong Kong parti di società terraferma.

Con i mercati della Cina ancora in gran parte chiusi agli estranei, indici quali il HSCEI sono diventate deleghe chiave per scommesse Cina e le funzionalità di una gamma di prodotti a termine per derivati ​​index linked.

Mohammed Apabhai, testa di strategie di trading Asia-Pacifico di Citigroup, avverte che c'è anche la possibilità di determinati prodotti di muoversi mercati. I cosiddetti "autocallables", le scommesse su indici legati, che offrono un rendimento interessante a meno che il mercato sottostante scende a un determinato livello, si sono rivelate popolari nei mercati come la Corea. Molti di questi si basano sul HSCEI.

Mr Apabhai dice: "Potete immaginare se il mercato è in calo del 5 o 6 per cento in un giorno poi improvvisamente ci sono alcuni che vendono i futures che emerge, che sta per avere una bella grande impatto.

"Se ti svegliassi domani e avete visto il HSCEI in calo del 12 per cento [e] se non si sa su questi prodotti quello che ci si immagina automaticamente è che è questo; questa è la grande crisi del credito in Cina che tutti sta aspettando, quando in realtà potrebbe essere nulla del genere e può essere solo un tecniche di vendita ".