Casa > Notizie > Daily News > Makers indiani sono ancora sog.....

Notizie

Makers indiani sono ancora sognare di Modi

  • Autore:Naky
  • Fonte:www.diecastingpartsupplier.com
  • Rilasciare il:2015-08-25
Fai in India. Anche il termine suona un po 'difettoso. Nel bene e nel male, che è lo slogan con cui Narendra Modi, India del made-in-primo ministro del Gujarat, ha bollato il suo sforzo di trasformare il Paese in una centrale elettrica di produzione. L'obiettivo è in ritardo.

Può anche essere realistico. Il paese non ha una buona reputazione per fare le cose. Anche gli indiani evitano i propri prodotti. Jugaad, il cosiddetto modo indiano di innovazione, è nata di scarsità. Mihir Sharma, un commentatore, dice che i suoi connazionali fanno cose "tenuti insieme con il violoncello-nastro [EDS: SIC] e le macchie paan e preghiera" - anche se beni ad alta tecnologia, ad esempio nel settore aerospaziale, sono in realtà di alta qualità.

Se gli indiani fanno alcune cose scadente, anche loro non fanno abbastanza. Rappresenta Manufacturing solo il 15 per cento della produzione nazionale, contro il 32 per cento in Cina e il 34 per cento in Thailandia. (Le cifre sono state riviste leggermente per lo scorso anno a causa di nuovi metodi di calcolo.)
Gli ottimisti dicono che è giunto il momento dell'India. I salari sono quintuplicati in Cina negli ultimi dieci anni. Il renminbi si è apprezzato notevolmente, nonostante l'inversione sorpresa di questa settimana. Questo ha contribuito a nazioni come il Messico, e anche gli Stati Uniti, a recuperare la produzione di competitività. Se possono farlo, perché non l'India? Ha imprenditori esperti, abbondanti materie prime dal cotone all'acciaio, la crescente domanda interna e dei nuovi lavoratori 1m affollano nel mercato del lavoro ogni mese. In Mr Modi ha un capo piegato sullo sviluppo. Sicuramente questi sono tutti gli ingredienti necessari per un boom di produzione?

Cioè caso degli ottimisti. Finora non è provata. Questa settimana, però, la storia di produzione ha ricevuto un impulso con un annuncio da Foxconn, di Taiwan produttore a contratto, che avrebbe investito $ 5 miliardi in un impianto nello stato di Maharashtra, la creazione di 50.000 posti di lavoro. Che potrebbe essere solo l'inizio, ha detto Terry Gou, il presidente, che ha detto che in 10 anni Foxconn potrebbe avere una fabbrica in ogni stato indiano. Come se non bastasse, Xiaomi, un produttore di smartphone cinese, aggiunto alla allegria dicendo che prevede un tie-up separata con Foxconn per la produzione di telefoni cellulari in Andhra Pradesh.

"In una certa misura si ha la sensazione che l'India aveva perso il treno", spiega Arvind Subramanian, capo consigliere economico del signor Modi, aggiungendo che il paese aveva sprecato un vantaggio comparativo evidente, cioè manodopera a basso costo. Data la rapida meccanizzazione e un mondo inondato di gadget a basso costo, alcuni dicono l'età d'oro di fabbricazione come strumento di sviluppo è, in ogni caso, al di sopra. Signor Subramanian dice facendo le cose possono essere un importante motore di crescita, ma ci vorrà del tempo. L'investimento Foxconn potrebbe essere un game-changer. In caso di successo, potrebbe alterare la percezione dell'India. In un paese dove è difficile ottenere la legislazione nazionale a bastone, cruciale potrebbe anche stimolare la concorrenza tra gli Stati che cercano di corteggiare i produttori.

Tuttavia, gli ostacoli sono formidabili. Il primo è la questione delle infrastrutture fisiche. India mancano i porti, strade e ferrovie per il trasporto di merci, e le forniture di energia affidabili per mantenere le fabbriche canticchiando. Tenendo conto dei costi complessivi, il paese è solo il 5 per cento in meno per la produzione di Messico, secondo Boston Consulting Group. Fuori alcune industrie, come le automobili, manca anche l'ecosistema di fornitori che fanno i cluster, come il Pearl River Delta in modo competitivo.

Forse peggio è lo stato delle infrastrutture morbido dell'India. Aspiranti proprietari della fabbrica non può entrare in possesso di terreni o sbarazzarsi dei lavoratori. Le piante operano su scala o utilizzare stratagemmi non ottimali per aggirare le leggi sul lavoro: solo il 16 per cento dei lavoratori sono formalmente impiegati. Leggi irragionevoli sono un terreno fertile per la corruzione. Quindi è un ambiente fiscale irragionevole, che può essere il più mutevole - e devastante - come la stagione dei monsoni. Gli investitori che guadare attraverso tutto questo non sono sempre ringraziati per i loro sforzi. Delhi sta cercando $ 100m in danni da Nestlé, accusando la società svizzera di avvelenamento indiani, consentendo alti livelli di piombo nelle sue tagliatelle. Questa affermazione sembra improbabile. Regolatori negli Stati Uniti, Canada e Nuova Zelanda hanno pronunciato lo stesso cibo sicuro da mangiare.

Sig. Modi ha promesso di demolire tali ostacoli. Tutto quello che serve è un bulldozer. Ci sono stati sforzi per frenare le tasse retroattive. Il limite massimo per proprietà estera in alcuni settori, tra cui la difesa, è stata sollevata. Non c'è molto altro è successo. Né terra né lavoro di riforma è sempre più lontano. Le infrastrutture sono un work in progress. "Modi ha bisogno di entrare nel nocciolo", dice Gurcharan Das, un autore ed ex capo della Procter & amp; Gamble India. Se il signor Modi è quello di fare Fai in India una realtà, avrà bisogno di più di uno slogan.